domenica 25 ottobre 2009

The Disaster Zone Project in Second Life



Second Life negli anni del suo massimo boom è stata sotto i riflettori spesso per ragioni spesso sostanzialmente scandalistiche che solo superficialmente erano in grado di rappresentarne l'essenza.
Negli ultimi tempi in Second Life i residenti si stanno dedicando molto di più in progetti di portata sociale ed educativa.
A questo proposito va segnalato il progetto del Catastrophic Planning and Management Institute(http://www.CP-MI.org).
Il Catastrophic Planning and Management Institute è una organizzazione dotata di personale specializzato professionale e di un organo consultivo che include esperti con esperienza diretta sul campo, partner del Governo Federale americano in molteplici iniziative.
Col supporto di Linden Labs,il CPMI ha intrapreso un progetto innovativo in Second Life intitolato DZ THE DISASTER ZONE IN SECOND LIFE (http://slurl.com/secondlife/Paradox%20Cove/111/147/25).
Dall'uragano Katrina in New Orleans al terremoto dell'Abruzzo ai tifoni delle Filippine così tante catastrofi hanno interessato praticamente ogni angolo del mondo:senza dubbio una maggiore consapevolezza e preparazione da parte delle popolazioni permetterebbe di fronteggiare queste situazioni in modo da renderle meno catastrofiche.
Pertanto il CPMI ha deciso di utilizzare le notevoli possibilità che offre la piattaforma virtuale di Second Life in termini di interazione e condivisione delle informazioni.
Tale progetto includerà 14 isole che collaboreranno insieme allo scopo di fare partire questo programma di ampia portata, creando inworld uno spazio in grado di fornire alle persone ogni sorta di addestramento e formazione allo scopo di fare fronte a disastri di varia natura.
Naturalmente alla attività per così dire didattica si affiancherà una parte puramente ricreativa e ludica, che verrà succedersi sul palco una serie di eventi artistici e musicali rigorosamente live.

venerdì 25 settembre 2009

Second Life economy tops $1 billion



Un miliardo di ore "giocate" e un miliardo di dollari transati tra residenti. Questo è quello che ci dicono i Linden Lab e quello che riportano diversi blog e siti di business. Ah, benchè non sia un Linden, sono contento. Vuol dire che è una economia che si sostiene, un nano di fronte ai giganti dei social media, ma a differenza di altri questo ha una economia interna, si sta rilevando un marketplace che convince. Questa parola non vi dice nulla? Ma proprio nulla? Beh cambiate media.
Ps. Avete notato come lo spam dei markettari su twitter è in continuo aumento? Dopo la gnocca ora arrivano le banche.

giovedì 24 settembre 2009

Possiamo identificare dei cicli vita per le tecnologie sociali?



Possiamo identificare dei cicli vita per le tecnologie sociali?
A me sembra di si. Anche se la cosa non è facile.
Il mese scorso fa ho introdotto il tema del tempo , indicando come le tecnologie non sono così immediate e veloci come sembrano ad una prima sensazione, e che queste a somiglianza delle forme di vita pioniere hanno necessità minime per attecchire ma una grande necessità di tempo per svilupparsi, dato il loro particolare ciclo di vita che vede periodi di stasi più o meno lunghi alternarsi a rapidi momenti di sviluppo soprattuto in concomitanza dell'aggegarsi di specie diverse, chiamati Biogruppi.
I biogruppi sono un particolare tipo di nucleo di rigenerazione: si tratta di aggregazioni costituite da alcune specie di alberi e cespugli di età diversa; di regola, uno degli alberi è più vecchio degli altri e si trova al centro di questa aggregazione, superando per altezza gli altri componenti e assumendo un ruolo di promotore.
Proprio quest'ultima particolarità, sembra adatta alla descrizione di come si muovono gli organismi comunicativi nel tempo, per aggregazioni e per ruolo promotore. Questo mi ha fatto fare una ulteriore riflessione da cui eccoci di nuovo a parlare di tempo, come allora senza nessuna pretesa di scientificità ( sicuramente ci avranno già pensato e si saranno scritti fiumi di parole) ma sulla base di una euristica, portando l'esperienza vissuta in Second Life.

Mi piacerebbe qui continuare a parlare di quelli che sono gli elementi di successo in termini biologici, ovvero di sopravvivenza, di un organismo comunicativo definizione sotto la quale raccolgo ogni medium ( un mezzo di comunicazione attraverso cui è possibile diffondere un messaggio, secondo le caratteristiche proprie del mezzo ) sociale possibile, dalla singola pagina web alla piattaforma tecnologica.


penso a questi come gli elementi che la determinano

Nicchia
é l'ambito in cui si deve diffondere e vivere l'organismo, in questo caso propongo che la nicchia sia da considerarsi la comunità di riferimento dell'organismo.
In particolare Second Life, ma per estensione direi TUTTE le comunità di pratiche hanno il loro baricentro sull'AGIRE (play) rispetto al GIOCARE ( game) inteso come Diegesi narrativa.

Lasciando alla narrazione solo un tenue canovaccio, ( Second Life è una sorta di teatro dell'arte digitale); sostituendo alla diegesi l'Autopoiesi, ovvero un sistema che ridefinisce continuamente se stesso ed al proprio interno si sostiene e si riproduce, i gruppi di Second Life rispecchiano quello che credo sia una caratteristica di tutti i gruppi, quello del'impossibilità di essere eterodiretti, normati, "targettizati" , perchè si generano e si sviluppano nell'atto dell'azione creativa.

I residenti sono un vero paradigma delle dinamiche sociali e culturali e come tali devono essere partecipati, condivisi dal loro interno, convinti da una azione continua e prossima ai partecipanti. Mica son scimmiette. Mica sono Fanclub. termine orrendo (ovviamente) adottato da Facebook, che è tutto tranne che sociale.
Starci dentro significa partecipare, significa sentire "di pancia" quello che ci sta dentro, comporta impegno, comporta tatto, rispetto. E tempo.

Tastmaker
Sono i faciilitatori e i diffusori. Tastemaker è qualcosa di più dello Stakeholder, perchè il suo interesse non è legato ad una economia direttamente derivata da un soggeto promotore azienda o progetto, ma a un modus operandi che è wiki. non è contrattuale. è in condivisione. Questo non vuol dire prescindere da una relazione economica, solo che questa si può (si deve) declinare in un doppio mercato, che vede ad un valore economico parificarsi un controvalore, in un rapporto 1:1 nella moneta tipica del 2.0: la reputazione.
Questo permette una relazione di partecipazione indiretta, basata sul reciproco scambio di moneta-reputazione.
Tastemaker inoltre non è solo un amplificatore, ma in sintonia con il suo ruolo esprime un gusto, kantianamente facoltà basata sul sentimento dell'uomo, che gli consente di costruire il giudizio (estetico).
Dunque è anche un critico, non un recettore passivo. La notizia non passerà se non "gustata", e dovrà essere buona. Comporta impegno, comporta tatto, rispetto. E tempo.

Meme
Senza scomodare qui una descrizione della teoria memica, è l'idea propellente. Qui c'è poco da dire, non si tratta di contenuti accattivanti, di buona redazione / confezione, qui siamo nell'ambito di quello che l'ingaggio propone. L’ingaggio deve essere la parte più visibile nella prima fase del progetto, deve essere portata a conoscenza degli utenti capillarmente, attraverso l’esposizione delle regole piuttosto che incontri personali o in gruppo.
L’ingaggio è mediato da forme di comunicazioni diverse, informali, virali .
L'ingaggio è ciò che fornisce la motivazione alla partecipazione e alla condivisione. Comporta impegno, comporta tatto, rispetto. E tempo.

Tempo
Ed eccoci qua, ritornati alla fine a cercare di dare un valore all'ultimo e determinante valore, che mette a fattore tutti gli altri. Ci chiediamo: ma come possiamo determinare quanto tempo ci metterà a crescere - vivere finire , insomma verificarne lo sviluppo al fine di valutarne il grado di fitness (idoneità) nell'ambiente in cui si deve insediare?
Credo che il tempo del ciclo di vita è in misura delle capacità del meme di diffondersi in relazione al numero e all'efficienza dei tastemaker e all'estensione della nicchia.
Bella li. Chi mette dei numeri ( se si può) a questa formuletta ci riuscirà e farà bingo. Altro che SEO...














Image: 'Happy New Year'
www.flickr.com/photos/73645804@N00/2102790208

Image: 'shifted time'
www.flickr.com/photos/53611153@N00/515431862

Image: 'células de tiempo / time cells'
www.flickr.com/photos/80465909@N00/2829021471

venerdì 18 settembre 2009

UKD Project inaugura il nuovo Astral Dreams sabato 19 settembre @1:30 pm slt in Second Life




UKD Project è una RL band fondata nel 2006 che ha deciso di sperimentare nuove forme espresssive in SL.
Per gli UKD la cosa più importante è far divertire i loro fans durante i loro shows che creano sempre una splendida atmosfera...
Nei loro concerti suonano canzoni originali composte da loro stessi intrecciandole a covers famose: ed il loro genere musicale spazia dal pop al soul al rock, in un mix allegro ed espolsivo.
UKD Project è diventato anche una splendida realtà nel mondo virtuale di Second Life, dove si esibiscono con successo da oltre due anni e mezzo dinanzi ad una platea davvero internazionale.

I membri della band sono:
Rola Hykova:la potente voce solista, che ha risentito della influenza di cantanti quali
Whitney Houston, Celine Dion, Cher etc.
Nei suoi concerti affascina i suoi fans con la sua voce calda e potente.
Anto Cale:tasterista e pianista, ha iniziato a fare musica nel1976. Anto compone musica elettronica col computer &multimedia.
Franko Philbin:percussionista ha una lunga esperienza come musicista RL
Il primo album "Beyond two worlds" è entrato immediatamente negli spiriti delle persone venduto in ogni parte del mondo.
La band ha appena pubblicato il secondo album "The moon and the water" che include canzoni deliziose ed orecchiabili quali : "Treasure", "Bring me to Second Life", "Uncomparable lies" e molte altre.
LINKS:

Official website:

http://ukdproject.com

"The Moon and the Water"

http://ukdproject.com/joomla/content/view/149/276/lang,en/

"Beyond Two Worlds"

http://ukdproject.com/joomla/content/view/148/275/lang,en/

mercoledì 16 settembre 2009

Follow-up Mixed Reality Performance: una serata in Sirikata

Un sabato e domenica intensi, il week-end passato. Mixed Reality Performance: una serata in Sirikata è stato un appuntamento ricco ed entusiasmante.

Chi era lì presente con noi in Aula De Carli, al Politecnico di Milano Bovisa, ha vissuto un'esperienza veramente cross-media. Il pianoforte di Chryssie Nanou in sala, Jeffrey T. Shnapp e Henrik Bennetsen, fisicamente a Milano, ma attivi tramite i loro avatar nel mondo immersivo di Sirikata, le note degli artisti che suonavano live al di là dell'Atlantico - da Stanford e Missoula - magicamente sincronizzati con il pianoforte della Nanou e con i pianoforti meccanici collocati a Stanford (ma controllati da Milano), hanno dato vita ad uno spettacolo unico nel suo genere.
La stessa esperienza l'hanno vissuta gli avatar da Second Life, e gli utenti del web che via streaming video e dai cellulari hanno potuto vedere le immagini del concerto in rete, in tempo reale, avvertiti da un twitter di Samaya Silberman di 2lifecast, che ha seguito e disseminato nel web passo a passo tutte le serate.

Conoscendo i problemi di latenza e sincronizzazione in rete che un'impresa del genere comporta, l'incastellatura di software e di protocolli per lo streaming, solo per questo c'è da rimanerne stupefatti. Ma non è solo questione di hype, non è solo tecnologia che abbaglia e che fa clamore.
Mixed Reality Performance: una serata in Sirikata è un esperimento, un processo costruito sulla sapienza e sull'intelligenza connettiva di tutti quelli che vi hanno partecipato, pubblico, artisti, noi di 2lifecast, avatar, laptop, mixer, server, fibra ottica: senza tutto questo, persone e macchine, Mixed Reality Performance non sarebbe esistito.

Peccato non esserci stati.

Animoto.com

domenica 13 settembre 2009

Secondo appuntamento per Mixed Reality Performance

Milano, Politecnico di Milano, Sede di Milano Bovisa, Aula Carlo De Carli

Sabato 12 settembre 2009
Domenica 13 settembre 2009
ore 22

Mixed Reality Performance: una serata in Sirikata
Un progetto commissionato dal Festival MITO SettembreMusica

Mixed Reality Performance questa sera è al suo secondo incontro con il pubblico milanese, ma non solo. Ieri, durante il primo incontro, si è concretizzata una modalità di vivere uno spettacolo che è sempre stata nelle corde di 2lifecast: unire in un unico playground ambienti immersivi, spazi pubblici reali e web.
L'occasione ci è stata data proprio da Mixed Reality Performance: una serata in Sirikata, di Jeffrey T. Schnapp.

2lifecast si è introdotto in questo progetto "in punta di piedi": siamo stati invitati a coprire lo streaming verso Second Life e la SIM storica di IDEARIUM, forse, anzi, sicuramente la prima Land italiana interamente dedicata all'innovazione e all'interaction Design voluta da Leandro Agrò nell'ormai lontano 2007.
Le riprese realizzate per la serata di sabato dalla web TV C6TV, sono state "ribattute" in SL dal nostro server, ma ci siamo anche inseriti, grazie al clima di collaborazione e di "intelligenza connettiva", nel processo di moltiplicazione del Mixer di realtà: un cellulare di 2lifecast ha portato un ulteriore flusso video, che in contemporanea alla ripresa ufficiale mandava riprese unofficial, traballanti e vive del pubblico, degli artisti e degli operatori, offrendo così un ulteriore sguardo mixato dentro la serata.

Questo mix è ben descritto da Jeffrey nella sua introduzione al programma di sala, che dà una visione profonda e al contempo vivida della complessità dell'operazione. Vi consiglio di leggerla, il tempo che vi occuperà è ben speso. Speriamo di avere presto la possibilità di approfondire con lui il suo lavoro.

La compresenza di diverse realtà fisiche e virtuali è percepibile in sala anche sul piano visivo. L'Aula De Carli è stata allestita per l'occasione con quattro schermi collocati su due lati della sala. Tre di essi fanno da sfondo al pianoforte e ospitano le immagini live dei musicisti che si esibiscono in remoto, i paesaggi di Sirikata e le performance degli avatar. L'altro grande schermo, collocato al lato opposto della sala, è una finestra aperta su Second Life e permette simultaneament la visione delle riprese effettuate in diretta nell'aula stessa.

Vi aspettiamo.


-----

Programma della serata:

- Terry Riley, In C, per Orchestra di Laptop e strumenti acustici
Musicisti live: Chryssie Nanou (pianoforte), Juan-Pablo Caceres, Rob Hamilton, Henrik Bennetsen, Jeffrey T. Schnapp (laptop)
Musicisti remote: Stanford Laptop Orchestra, membri del SoundWire Ensemble, Debra Fong (Violino), musicisti acustici dal Center for Computer Research in Music and Acoustics presso il Campus della Stanford University in California, Chris Chafe (violoncello elettrico) e Charles Nichols (violino elettrico) dal Mountain Computer Music Festival presso l'Università del Montana a Missoula

- Juan-Pablo Caceres e Robert Hamilton, Canned Bits Mechanics, per tre remote disklavier al CCRMA, piano e proiezioni interattive in Sirikata
Musicisti live: Chryssie Nanou (pianoforte)
Musicisti remote: Juan-Pablo Caceres e Robert Hamilton (remote controlled disklavier e laptop)

- Robert Hamilton e Juan-Pablo Caceres, Dei due mondi, per esecutori interattivi in Sirikata
Musicisti live: Chryssie Nanou e Juan-Pablo Caceres
Musicisti remote: Membri della Stanford Laptop Orchestra (CCRMA)

- Dialoghi, improvvisazioni in rete
Musicisti live: Chryssie Nanou (pianoforte), Juan-Pablo Caceres, Rob Hamilton, Henrik Bennetsen, Jeffrey T. Schnapp (laptop)
Musicisti remote: Debra Fong (violino) e musicisti del SoundWire Ensemble dal CCRMA presso la Stanford University, Chris Chafe (violoncello elettrico) e Charles Nichols (violino eletrico) da Missoula, Montana

Pubblico in sala durante la prima serata

martedì 25 agosto 2009

la tecnologia è lenta come un ginepro



Il ginepro è una pianta pioniere. Si insedia in ecosistemi difficili e con poche, pochissime risorse è in grado di crescere. In seguito grazie allo loro presenza arrivano altre essenze, si insediano e sviluppano il sottobosco, preannunciando il rigoglio della foresta. Di cosa ha sostanzialmente bisogno per compiere la sua opera? il tempo.

Occupandomi di innovazione ho spesso a che fare con il tempo.
La bassettiana improbabilità per la sua realizzazione è per me in gran parte dipendente da questo fattore.
Il fattore tempo è l'elemento strategico nel ciclo vitale dell'organismo pioniere per poter progredire, e questo vale anche per le tecnologie, soprattutto quelle che hanno a che vedere con il social network.

Tempo di sbagliare e di perdersi, tempo per entrare in stasi e carsicamente riprendersi con il mutare delle condizioni al contorno.

Spesso ci confonde la velocità con cui sembrano svilupparsi le tecnologie ma è una percezione sostanzialmente errata. Le tecnlogie e le innovazioni non sono veloci.
Sembrano avere un ciclo biologico forsennato: crescere velocissime e competere con le altre scalzandole e superandole, in una lotta per la sopravvivenza che non lascia scampo, ma in realtà questa è il risultato spesso della distorta visione dei media, che riduce riduce tutto sul piano della notiziabilità ( e nei tempi anoressici che questa ha ) e della cronaca di costume, per sua natura assolutamente passeggera.

In effetti le tecnologie hanno "cicli biologici" molto più lunghi e articolati.
Ci sono almeno due elementi da tenere in conto nel processo di sviluppo di una tecnologia:

Per primo, i tempi di adozione. Ci vuole tempo alle persone di percepire e usarle, magari per scopi diversi da quelli a cui erano state pensate ( la storia delle tecnologia è piena di questi esempi)

Per secondo i fattori casuali ambientali ( come particolari eventi sociali: Twitter ad esempio ha avuto un grande impulso dalla notizia che veniva usato dagli oppositori del regime iraniano).

Come valutare questo fattore endogeno instabile e complesso per misurare il successo di una tecnologia?

Per chi è tenuto professionalmente ad applicare una tecnologia innovativa questo è un fattore critico che spesso viene sottovalutato e ridotto a sottoprodotto della produzione ( "ma quanto tempo ci mettete a farlo?") o a accidente di valutazione.

Il tempo è denaro..

venerdì 17 luglio 2009

Italia Vera festeggia il secondo compleanno in Second Life


Sulle land di Italia Vera ci si appresta a festeggiare il secondo compleanno con una serie di eventi musicali che allieteranno le vacanze inworld di tutti i residenti abituali di Second Life.
Come di consueto tutti i generi musicali saranno rappresentati sui palchi delle splendide città virtuali.


Il 19 luglio alle 11:00 am slt (20:00 italiane) si darà inizio ai festeggiamenti sul palco di Marostica Vera( http://slurl.com/secondlife/Veneto%20Vero/159/60/33)con il concerto live dei M4TM-Depeche Mode Tribute Band.Il repertorio dei M4TM è interamente suonato dal vivo, con la sola eccezione di alcuni campioni utilizzati per ricreare un più della magia del gruppo di Basildon.
I Mode For The Masses cercano di allargare, per quanto possibile la già nutrita e fedelissima schiera di fans dei Depeche Mode, riproponendo la loro musica con la magia del live e cercando di coinvolgere anche chi a loro non si è mai avvicinato.

Dopo il concerto della durata di due ore, alle 1:00 pm slt (22:00 italiane) si esibirà la voce più calda di Second Life, Maxx Sabretooth che nel corso del suo live eseguirà un omaggio a Michael Jackson con incursioni nel repertorio musicale della mitica etichetta Motown che del re del pop ha curaro l'esordio e la prima fase della carriera.

Alle 2:00 pm slt (23:00 italiane) sarà la volta di un'altra famosissima band la Virtual Live Band:si tratta di un gruppo composto da 4 membri provenienti da 3 differenti paesi e 4 differenti locations nel mondo, che suonanotutti insieme nelle venues di Secondlife. Usano il Software Ninjam per sincronizzare la loro musica e mandarla in stream nel mondo virtuale di Second Life.Virtual Live Band è la prima band di questo tipo ed anche l'unica che usa questo sistema.I suoi membri sono:Bluetom Haller,Mambo Welles,foxyflwr Cure and Vicki Nilsson.



A Torino Vera (http://slurl.com/secondlife/Italia%202%20Torino/73/169/33) alle 11:00 am slt (20:00 italiane) si potrà assistere allo spettacolo delle danzatrici virtuali "Phoenix Embers Showcats": si tratta di un corpo di ballo virtuale formato da 7 "hot girls", sotto la sapiente guida della loro fondatrice e coreografa Laurina Hawks. Il loro primo spettacolo ha debuttato nel marzo del 2008 e da allora si esbiscono con grande successo su tutti i palchi di Second Life.

Sulle note di una coinvolgente colonna sonora lo spettacolo prende vita e si anima grazie ad alcune ben studiate coreografie arricchite da un sensazionale gioco di luci ed effetti speciali, possibili solo inworld!

Alle 12:00 pm slt (21:00 italiane) inizierà ad esibirsi Choise Clip una cantante italiana che da qualche tempo si esibisce con successo sui palchi virtuali eseguendo con voce intensa i migliori successi italiani, le più belle canzoni da portare nel cuore, la musica che ancora ci fa sognare.Un'ora con Choise oltre che ad offrire la possibilità di riascoltare famosi successi sia italiani che internazionali sapientemente riarrangiati, farà anche trascorrere momenti di grande divertimento per la disinvoltura con la quale l'artista intrattiene i presenti introducendo loro aneddoti e retroscena legati alle canzoni ed ai musicisti che le hanno composte.

Alle 1:00 pm slt (22:00 italiane) sul palco della virtuale Piazza San Carlo a Torino Vera salirà infine Jooz-Brad Monnet,musicista olandese la cui musica è stata descritta in modo molto efficace come una musica che "venendo dal nulla sa portarci via con sè". JooZz col suo inconfondibile scratch ci accompagnerà infatti verso destinazioni impreviste , trasformando panorami mozzafiato in gioielli incastonati di suoni brillanti.Talvolta i suoni che produce sono adatti anche per essere ballati, corposi ed arricchiti da intense dosi di malinconia e lezioni di vita. Le composizioni di JooZz,molto apprezzate in Second Life nella loro assoluta independenza da qualunque stile musicale, fanno davvero viaggiare la mente dei suoi ascoltatori...
Alle 2:00 pm slt (23:00 italiane) ci sarà la proiezione di uno dei lavori di Adelchi Rossini, THETIDIA MASTER , girato totalmente in Second Life. Adelchi modererà la discussione che seguirà sul film e sul cinema in generale.
Alle 3:00 pm slt (mezzanotte italiana) durante "CENERENTOLA NIGHT"lo scrittore RL Turza Oh leggerà brevi racconti romantici con un sottofondo di musica a tema sulla quale potrete ballare. Non mancate questo appuntamento con la poesia!

Alle 4:00 pm (1:00 in Italia) inizierà la FIREWORKS & DJ NIGHT:La notte dance di Torino Vera inizia dopo lo spettacolo dei fuochi d'artificio. Il nostro dj vi terrà compagnia fino alle prime ore del mattino...



A Milano Vera ( http://slurl.com/secondlife/Italia%204%20Milano/31/30/33)la festa inizierà alle 12:00 pm slt (21:00 italiane) con il cantante L0riz Whitfield, che si definisce una voce a disposizione del romanticismo, ma anche un rocker nonchè ...un tipo simpatico.Con le oltre 600 canzoni, in tutte le lingue, contenute nella sua playlist siamo sicuri che sarà in grado di soddisfare le richieste del pubblico più esigente!

Seguirà alle 1:00 pm slt (22:00 italiane) l'atteso concerto della più amata pop band di Second Life gli UKD Project che presenteranno le canzoni che li hanno resi famosi in Second Life, tratte dall'ultimo cd "Beyond two worlds". Non mancheranno anche le covers che la potente voce di Rola Hykova reinterpreterà in modo come sempre appassionato.
Alle 2:00 pm slt il fashion show ITALIA VERA MODA NIGHT,una meravigliosa sfilata organizzata dalla Ewing Fashion Agency dove verrà presentata l'ultima collezione uomo donna firmata Italia Vera e realizzata dalla stilista Silvia Mayo. Tutti gli abiti verrano distribuiti da lunedì 19 Luglio gratuitamente in tutti i freebies di Italia Vera.


A Legenda Antica (http://slurl.com/secondlife/Legenda%20Antica/121/176/33) alle 12:00 pm slt (23:00 italiane) salirà sul palco Dougie Moonites un musicista americano che ha girato per anni gli States con i suoi tours.
Il sound di Dougie rappresenta la quintessenza della grande musica country con venature honky tonk e Southern- country-rock, in un susseguirsi di canzoni up tempo e di ballate ben rifinite ispirate a Marshall Tucker Band, Allman Brothers Band, Lynyrd Skynyrd, Johnny Paycheck.

Swina Allen inizierà invece il suo show alle 1:00 pm slt (22:00 italiane).La musica di Swina affonda le sue radici nel blues ma risente anche di influenze rock(Carlos Santana e Weather Report) e jazz(nella chiave moderna di Wayne Shorter e Pastorius): il risultato e’ un sound originale e non riconducibile a uno stile in particolare,fra lo smooth jazz e il chillout, che comprende anche dolci ballate italiane.
Sin dall’inizio della sua carriera in SL Swina ha costantemente eseguito, rigorosamente dal vivo, solo le sue canzoni originali, riscontrando un crescente ed affettuoso sostegno da parte del suo pubblico.Ha sempre creduto nella importanza dei palchi virtuali di Second Life per la promozione e la diffusione della musica indie proveniente da tutto il mondo.

Alle 2:00 pm (23:00 italiane)seguirà il concerto di Djai Skjellerup, un pianista e cantante che scrive canzoni senza tempo e piacevoli da ascoltare.
Uno show di Djai comprende solo pezzi originali cantati rigorosamente dal vivo. Se avete voglia di rock o di dolcezza verrete via dal concerto canticchiando le canzoni che avrete appena ascoltato!Djai è un musicista che crede anche lui molto all'importanza di promuovere la musica nativa di Second Life:con altri musicisti inworld ha infatti scritto alcun pezzi fra cui la celebre "Get It Together" completandone il progetto che ha visto la collaborazione di 13 musicisti SL .
Questa traccia è disponibile gratuitamente in Second Life allo scopo di elevare il profilo della musica live in SL. I musicisti che hanno collaborato a tale progetto: Djai Skjellerup, Toby Lancaster, BabbleGrabble Swindlehurst, Kim Seifert, Mimi Carpenter, The Professor, Rich Desoto, Jambalaya Fonck, Zak Claxton, Norris Shepherd, Jean Munro, Freestar Tammas and Lyn Carlberg.

giovedì 2 luglio 2009

Aloisio Congrejo espone a Milano Vera in Second Life




A Milano Vera in Second Life, lungo la "Strada dell' Arte" si stanno inaugurando tante gallerie d'arte che raccolgono tanti visitatori incuriositi dalla possibiltà di poter ammirare la creatività di artisti di tutto il mondo grazie alla magia virtuale di Second Life.

L'ultima galleria che si è aperta in ordine di tempo è quella del pittore Aloisio Congrejo appassionato dell'arte in RL e SL.
Da"fruitore dell'arte" ha amato e ammirato moltissimi artisti, grandi e piccoli, in grado di esprimere e trasmettere emozioni con qualsiasi mezzo.
Aloisio in Second Life, ha da subito iniziato ad esprimere i suoi pensieri ed emozioni come gioco, sperimentando cose nuove con semplicità ed esclusivamente per puro divertimento personale.
Non si considera "un artista" ma crea per il solo piacere di creare , lusingato dagli apprezzamenti costanti che riceve inworld

Ad Aloisio, le cui opere potete ammirare ed acquistare nella sua galleria a Milano Vera (http://slurl.com/secondlife/Italia%204%20Milano/213/114/33 ) abbiamo rivolto qualche domanda:eccone il resoconto...
Aloisio, raccontaci la tua prima volta in Second Life...



Prima iniziare l'esperienza di Second life non conoscevo il metaverso; sono entrato in Sl incuriosito da Neverland pubblicizzata nel blog di Antonio di Pietro.



Cosa volevi trovare nel metaverso?



Entrato ho fatto lì le prime conoscenze ed assieme ad alcuni amici di neverland ho creato la prima land, Saturnia.

Terminata l'esperienza di Saturnia ho acquistato assieme a Tani Thor una sim che abbiamo chiamato Tanalois.

Una sim che naturalmente è tutta dedicata all'arte, con le sue 7 gallerie.

Ospitiamo fotografi di real e di sl ed alcuni artisti di sl con le loro opere 3d.

Quindi alla domanda ...cos'è per te second life non posso che rispondere, è il mezzo che forse mi permette di fare alcune delle cose che non ho fatto in real life!



Chi è Aloisio Congrejo


Ci sono due Aloisio Congrejo uno è il “creativo” (dire artista mi sembra esagerato) e l'altro è il gallerista, non inteso nel senso commerciale ma come ospite di creativi o artisti nel vero senso della parola. Ospitiamo per lo più artisti alla loro prima esperienza espositiva, e siamo molto contenti dei risultati, visto il successo che poi riscuotono inworld.

Crediamo inoltre molto nella collaborazione tra lands dedicate interamente o in parte all'arte, come mezzo di diffusione e di promozione.



Per ciò che riguarda l' Aloisio creativo posso solo dire che Second Life mette a disposizione dei mezzi grafici che permettono di creare e quindi di far uscire quella creatività che forse avevo chiuso in qualche anfratto della mia coscienza.

Come ho sempre detto, in fondo creare è sviluppare un mezzo di comunicazione, e se almeno uno dei fruitori delle mie opere reputano il mio lavoro “buono” significa che ho fatto centro, ho comunicato qualcosa di me, e questa cosa per me è premiante.



Quindi per te il metaverso è un buon mezzo?


L'arte in second life è forse una delle attività più vivaci e “concrete”, molti sono gli interessi che la circondano e non ultimo la possibilità di interazione con la real con scambi vicendevoli di opere e di proposte, insomma vedo molto interesse perché in fondo l'interattività è il vero fulcro del metaverso, e penso che le sue possibilità siamo ancora tutte da scoprire.

Swina's Mood:incontro col cantautore Roberto Tardito


Swina Allen e Roberto Tardito (Freenote inSL) suoneranno giovedi 2 luglio alle ore 1:00 pm slt (22:00 italiane) sul palco virtuale di Legenda Antica (http://slurl.com/secondlife/Legenda%20Antica/118/188/45 )per il consueto appuntamento di "Swina's Mood".

Swina Allen è un musicista SL che suona soprattutto blues ma anche Jazz, Fusion, Rock, R&B e alcune dolci ballate italiane;con la sua chitarra o alle tastiere esegue le sue canzoni originali.I suoi artisti favoriti sono Robben Ford, BB King, Eric Clapton e Santana.E' molto attivo nella comunità musicale di SL nell'ambito della quale egli ha svolto delle collaborazioni con vari musicisti inworld.Oggi incontrerà Roberto Tardito (http://www.robertotardito.it )
Roberto Tardito nasce a Ivrea il 17 marzo del 1984.
Dall’età di sei anni inizia a studiare pianoforte, e negli anni successivi perfeziona la tecnica chitarristica, già impostata da autodidatta.
L'ascolto appassionato di ogni genere di musica, in questi anni di formazione, aiuta a far si che Roberto inizi a comporre musiche per conto proprio, talvolta rimodellando frammenti di ogni tradizione europea.
Dall'altro lato coltiva l'amore per la letteratura e la poesia. Nascono così le prime canzoni.
Non solo questo, però. Il 2003 è dedicato alla composizione delle musiche per lo spettacolo teatrale "Simone Veil".
Tra il 2004 e il 2005 inizia un'intensa attività concertistica, culminata in un concerto alla manifestazione Tavagnasco Rock, in una serata comune con Mauro Pagani e Morgan.
Nel 2006 si dedica alla realizzazione del progetto discografico "CONTROVENTO" nel quale hanno suonato alcuni dei più famosi artisti italiani quali Francesco Guccini, Ivano Fossati, Angelo Branduardi, Fabrizio De Andrè, Niccolò Fabi, Samuele Bersani. .
Nel 2007 e 2008 presenta l'album in 57 concerti in SL.
L'ultimo album "Otrebor" è stato lanciato ufficialmente in Second Life.
Come sempre "Swina's Mood" sarà l'occasione per conoscere meglio la musica e le passioni di Swina e di Roberto:infatti nel corso delle due ore ascolteremo le loro canzoni rigorosamente live e sentiremo il racconto delle loro esperienze in SL e in RL:come sempre il pubblico presente potrà rivolgere loro domande e soddisfare ogni curiosità.

martedì 23 giugno 2009

Swina's Mood:Emanuela Baioni (fotografa) e Djoni Flux (musicista)debuttano in Second Life




In Second Life è possibile imbattersi in numerosi talenti artistici che scelgono di esibire inworld le proprie opere, affascinati dalle potenzialità offerte dal metaverso in termini di visibilità internazionale e di marketing virale.
Nelle land di Italia Vera è in corso un interessante progetto volto a mettere in luce l'arte nativa di Second Life, ovvero proprio quella generata dalle esperienze nel mondo virtuale condiviso da tutti i residenti. Ovviamente dietro i pixels dell'avatar di ogni artista è facile intravvedere il percorso personale e le esperienze realmente vissute dagli individui in carne ed ossa.
Oggi alle ore 10:00 am slt all'Ex-Sense music& art club (http://slurl.com/secondlife/Italia%204%20Milano/147/143/33) situato nella Strada dell'Arte di Milano Vera in Second Life verrà inaugurata la mostra di fotografie SL/RL di Emanuela Baioni

Nata a Faenza il 12 maggio del 1969 Emanuela Baioni ( www.emanuelabaioni.it) vive e lavora in Romagna. Una predisposizione per le arti la porta a dedicarsi alla pittura fin da bambina ma è poi già da grande che troverà la sua chiave di volta, la fotografia. Intraprendendo quello che credeva essere un gioco e un semplice hobby si rivela essere un amore incondizionato per la bellezza in ogni sua forma e una necessità di trasmettere le emozioni intrinseche e talvolta nascoste della natura nella sua simbologia.
Emanuela inizia così un percorso di ricerca e di studio che affronta da autodidatta iscrivendosi ad alcuni siti di fotografia su web, uno su tutti e il più importante per la sua crescita artistica é Maxartis, il quale vedrà sorgere le sue prime immagini naturalistiche che la porteranno a formare il suo stile personale.

Il vernissage di Emanuela sarà anche l'occasione per salutare il debutto in Second Life di un nuovo musicista Djoni Flux un musicista professionista in RL and SL. In SL Djoni si è per un po' celato sotto le spoglie di TB Andel, ma ora ha deciso di liberarsi dalla morsa di TB ed è pronto per emozionarci con la sua fantastica chitarra!
Djoni suona la sua musica con il cuore e suona le cose che ama improvvisando col tocco delle sue dita agili.
Djoni non risente di un influsso in particolare per cui la sua musica fluisce libera, priva di schemi ed ogni volta diversa...
Condurrà l'evento con la solita verve Swina Allen, che grazie all'ormai consueto appuntamento "Swina's Mood" sta portando sotto i riflettori i migliori talenti artistici in Second Life.Un appuntamento decisamente imperdibile!

domenica 21 giugno 2009

Swina's Mood presenta i DJN Project in Second Life



Nel corso del consueto appuntamento con Swina's Mood,lunedi 22 giugno alle 1:00 pm slt (22:00 italiane), Swina Allen incontrerà i DJN Project, un gruppo di New York da cui è stato contattato per curarne in ogni detaglio la promozione inworld.
Il club "Ex-Sense" di Milano Vera(http://slurl.com/secondlife/Italia%204%20Milano/166/152/33) ospiterà pertanto il debutto in Second Life di questo duo che ha tuttta l'intenzione di sfruttare al massimo le potenzialità offerte dalla piattaforma virtuale dia in termini promozionali che di marketing virale.

I DJN Project sono Rick "Galactik" Wilkinson e Ruben "Swift" Vidal .
Nel 2005 i due si sono incontrati grazie ad un comune amico Doug Brown, che assistente di Johnny Wright all'epoca.

Rick G, che allora viveva ad Orlando, decise di trasferirsi a New York dove l'industria musicale era in grande fermento.
L'amore di Swift per la musica house ha avuto inizio al Club Shelter( http://www.clubshelter.com/ ) uno storico locale di NYC di Underground House Music .
Swift ha ancje collaborato con Jay-Z, DJ Green Lantern, Eminem, Busta Rhymes e molti altri artisti nei settori del sound engineering, marketing ed assistenza in generale.

Doug combinò pertanto questo incontro con Rick G and Swift. Dopo l'incontro nacque il DJN Project. Entrambi erano dunque coinvolti nella produzione di musica r&b music all'epoca, ma erano anche alquanto impegnti e non trovavano il tempo di produrre della musica originale.

Tra il 2006 e il 2007, Rick G e Swift si scambiarono idee per delle canzoni avanti ed indietro per la maggior parte dell'anno, mentre Swift era in tour con Justin Timberlake, Fergie e RBD come Hype Man. Quando Swift ritorna a casa dal suo viaggio, DJN Project era finalmente in grado di riunirsi per registrare la loro musica.
DJN Project ha prodotto il primo album house nel Novembre del 2007 intitolato "Everlasting". All'inizio , ne' Rick G ne'Swift sapevano un granchè dei any DJ o delle persone coinvolte mella musica dance in generale. Swift era coinvolto soprattutto nell' hip-hop, e Rick G nel r&b.

"Feel For You" è stato pubblicato nel Marzo del 2008.

Grazie all'interesse suscitato da "Feel For You" DJN Project sono stati invitati a esibirsi dal vivo alla Winter Music Conference 2008. Dopo la WMC 2008, il DJN Project è stato in grado di iniziare delle collaborazioni esclusive con Kenny Bobien, Arnold Jarvis, e Louie Vega.

DJN Project ha tanto da proporre per la dance music introducendo un nuovo genere di house chiamato HIP HOP HOUSE con l'aiuto di Busta Rhymes, Paul Wall, Juelz Santana, ed. L'idea di base è stata quella di sdrammatizzare al massimo la dance music rendendola piacevole per i giovani.

Nel corso dell'incontro Rick G e Swift eseguiranno per la prima volta i loro pezzi ma naturalmente Swina coglierà l'occasione di porre loro alcune domande che renderanno possibile illustrare cosa li abbia spinti ad utilizzare Second Life come strumeno di promozione e quali sono gli obbiettivi che essi si prefiggono di raggiungere. Naturalmente, come di consueto, al pubblico presente in modo virtuale sarà possible proporre qalunque domanda.
Probabilmente l'esempio dei DJN potrà essere seguito da altri musicisti attivi in Real Life:non possiamo fare a meno di sottolineare quanto efficace ed anche conveniente in termini economici sia la organizzazione di tour musicali in Second Life, che permettono di raggiungere un pubblico davvero internazionale, suonando comodamente da casa propria!

Questo è DJN Project


Discog -

Feel For You - March 2008 - Open Bar
Have A Nice Day - August 2008 - Baldeelox
Got U Bumping - October 2008 - Loopfreaks
Don't Let It Stop - October 2008 - Ospina Digital
Beautiful People - April 2009 - Soundmen On Wax
Take You Away - June 2009 - Vega

sabato 13 giugno 2009

Yaya Nishi espone a Milano Vera in Second Life



In Second Life è possibile imbattersi in numerosi talenti artistici che scelgono di esibire inworld le proprie opere, affascinati dalle potenzialità offerte dal metaverso in termini di visibilità internazionale e di marketing virale.
Nelle land di Italia Vera è in corso un interessante progetto volto a mettere in luce l'arte nativa di Second Life, ovvero proprio quella generata dalle esperienze nel mondo virtuale condiviso da tutti i residenti. Ovviamente dietro i pixels dell'avatar di ogni artista è facile intravvedere il percorso personale e le esperienze realmente vissute dagli individui in carne ed ossa.
A Milano Vera (http://slurl.com/secondlife/Italia%204%20Milano/166/152/33)è possibile visitare numerose gallerie che ospitano personali di artisti provenienti da tutto il mondo.
L'altra sera è stata la volta di una giovanissima artista Yaya Nishi che ha presentato le sue opere nate in Second Life,
Yaia Nishi in real life è diplomata in Moda e Costume, al momento studia scenografia presso l’ Accademia di Belle Arti di Napoli.
Ha sempre amato disegnare e cucire, la prima cosa che ha cucito da bambina alla tenera età di 3 anni è stata una borsetta da sarta che le tagliò la nonna.
Questo avvenimento è stato fondamentale per la sua vita infatti, da li in poi non ha smesso mai di cucire, ha iniziato dai vestiti delle sue amate Barbie, per poi arrivare a partecipare a concorsi importanti come “Il miglio d’ Oro”.
Data la sua giovane età 22 anni, ha ancora le idee un po’ confuse sulla strada artistica da intraprendere, pensa di diventare costumista, ma non essendone completamente sicura ha deciso di iscriversi a scenografia (con il prof. La Fera), una disciplina che abbraccia molte arti; pittoriche, plastiche e digitali.
Ha partecipato allo spettacolo “Lo scoiattolo in gamba” (di Eduardo De Filippo e Nino Rota), L'evento si è svolto dal 29 al 31 /03/2009 PRESSO la sala Petrassi dell’ Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Ha partecipato al Video “Carte d’ Accademia” che fa parte della mostra “Carte d’ Accademia” che si è tenuta dal 16 aprile – 30 maggio 2009 presso la pinacoteca dell’ Accademia di belle arti di Napoli.
Marjorie Fargis, molto conosciuta inworld per la sua attività di promozione e sostegno dell'arte in tutte le sue forme, le ha posto una serie di domande volta ad illustrare le sue passioni ed il suo percorso artistico:eccone il resoconto.
1)Yaia dalla tua biografia si capisce bene quale sia la tua spinta creativa e quanta la dedizione che dedichi allo sviluppo della tua creatività ancora non ben chiaramente indirizzata verso una forma artistica precisa. In questa tua ricerca come si colloca l'arte in SL? E' un approccio complementare a quello di RL, lo sviluppo di una nuova forma artistica, oppure solo una vetrina per quelle che sono le tue creazioni reali?

L’ arte in SL per me, è sia complementare a quella rl (infatti le illustrazioni dello “Scoiattolo in gamba” e le foto dell’ albero di “Carte d’ Accademia” sono snapshot di opere 3D costruite in Sl ) , e sia una vetrina (infatti nella mia mostra in Seorakasan vi sono anche esposti ritratti, quadri e disegni RL ).

2)L'arte in SL è molto spesso l'attività che intraprendono le persone che non vivono questa realtà virtuale come un gioco, bensì per coloro che trovano in essa un nuovo strumento di comunicazione e di creazione. Quanto di gioco e quanto di "lavoro" c'è nella tua SL?

L’ arte non è un “lavoro” è una “chiamata” e se retribuita è meglio ^.^ , secondo me non c’è nulla di più bello di poter vivere “divertendosi” , l’ arte è fantasia, dedizione e spesso sacrificio, quando crei, spesso dimentichi tutto ciò che ti è intorno, se la cosa non riesce come la immagini , ti fa star male, invece quando la plasmi come vorresti, sei la persona più felice della terra.
Le opere che ho prodotto qui in SL per la mia RL sono frutto di studio, progettazione, e notti insonne, ma tutto questo mi ha permesso di divertirmi, d’ essere felice e fiera di me.

3)L'aspetto economico dello sviluppo artistico di SL non è ormai un segreto per nessuno: gli artisti di SL guadagnano e guadagnano bene! Certo magari i più famosi, quelli che si sono fatti una certa fama..e tu? Qual'è il tuo rapporto creazione/vendita? L'arte di SL ti aiuta a pagare le bollette?

Assolutamente no….mai guadagnato un Linden (anche perché non ho mai messo in vendita le mie cose) …. Al massimo li ho spesi per le textures.

giovedì 11 giugno 2009

Presentazione del libro "Nessun dorma" a Torino Vera in Second Life


Dopo varie e lusinghiere presentazioni in tutta la penisola approda in Second Life mercoledi 11 giugno alle ore 12:30 pm slt (21:30 italiane) in Piazza san Carlo a Torino Vera http://slurl.com/secondlife/Italia%202%20Torino/75/178/35 "Nessun peccato", libro d’esordio della scrittrice Maria Luce Bondì nonché dell’editrice Tanit, palermitana come l’autrice.
Si tratta di un romanzo aspro sul tema antico, e sempre urgente, del miracolo: Gianni, insegnante privato trentenne, viene scelto dalla sua giovanissima allieva come depositario di un difficile segreto, la sua gravidanza inspiegabile, che la indurrà ad abbandonare casa e nascondersi da un giornalista, che indaga sulla sua concezione apparentemente immacolata.
E’ l’intreccio da cui muove il romanzo d’esordio della giovane scrittrice, nata a Palermo nel ’76, regista e interprete di cortometraggi, Maria Luce Bondì è già autrice di racconti pubblicati in riviste e antologie di varie case editrici. I suoi vari racconti sono apparsi sulla rivista siciliana “Margini”, sulla romana “Toilet 9”, sulle raccolte “Il filo della dorsale” del Laboratorio Gutenberg, “Fili di Parole” e “Siculiana” della Giulio Perrone editore, nonché su “Pazzità” della Navarra editore.
Condurrà la serata Mario Mereu (aka Turza Oh in Second Life) in RL organizzatore ed amministratore in varie compagnie ed enti teatrali di Roma, del Lazio e della Sardegna.
Mario si occupa anche di grafica pubblicitaria ed attualmente divide il suo tempo fra il mondo di internet, la scrittura e la lettura.
Come sempre nel corso di queste presentazioni sarà possibile a tutti gli avatars virtualmente presenti rivolgere domande all'autrice.

P

mercoledì 10 giugno 2009

More Than Politics alla Triennale di milano


Sembrerebbe un OT bello e buono, e forse sino a poco tempo fa lo sarebbe stato appieno. Ma oggi, dove ambienti immersivi e raltà si collocano sul medesimo piano e dove il tema della discussione ci invita a riflettere su cose che ci competono, la differenza viene subito a cadere. E se a discussione va sul politico e le politiche, allora credo sia ancora più pertinente scrivere su queste colonne di More than Politics.

More Than Politics, è un laboratorio sulla comunicazione politica innovativa realizzato con il Patrocinio e il contributo della Provincia di Milano, che presenta i risultati della ricerca di Connexia su politica e social media in Italia. A parlare di esperienze di e-democracy e del punto di vista dei giovani sulla politica sono chiamati personalità ed enti diversi per dare una testimonianza di quanto avviene e si sta muovendo nel social networking.

Io sarò li a parlare del progetto che sto seguendo, Demotopa.net e che è prersentato nell sezione delle best practices.
Tutto il progetto sarà seguito in stream, e distribuito sul network di 2lifecast.

giovedì 4 giugno 2009

Ars in Ara, un punto di partenza.



Come ogni ciclo dell'hype, anche Second Life vive il momento in cui, passato il fragile e devastante interesse mediatico, finiti ormai da diversi mesi le dicotomie tutte italiane fra partigiani pro e contro, finalmente si è lavorato e si possono incominciare a tirare somme e soprattutto pensare al futuro, al prossimo futuro.

Un'occasione sarà domani a Roma, sicuramente i post di questo evento sono girati ovunque. ARS in ARA Arte e comunicazione nell'era di Second Life , 5/6 giugno, raccoglie le testimonianze - tra cui anche la mia - di chi ha lavorato a sviluppare le potenzialità di questo media/gioco/simulatore che ancora si ribella alle etichette e alle definizioni, ma che ormai raccoglie interessi e sguardi ben diversi dai primi.
Non è secondario ed è anzi particolarmente significativo che proprio le istituzioni, il Comune di Roma, i Musei in Comune, accolgano e promuovono quello che sino a poco tempo fa era assolutamente impresentabile.
Chiudo con un ringraziamento e un invito.
Il ringraziamento è a Marina Bellini e Paolo Valente, gli organizzatori dell'evento che hanno avuto il merito indiscusso di aver creduto e promosso nelle istituzioni il valore di questo media e l'invito è a seguire la maniestazione per chi puo' a Roma, e per chi non può in streaming, lo trovate su blog diversi o direttamente a questo indirizzo:
http://stream4.top-ix.org/exit.sdp

venerdì 29 maggio 2009

Incontro con Jana Kyomoon in Second Life a Milano vera


JaNa KYoMooN è una musicista di Second Life che di tanto in tanto che si avventura in RL come Jan Pulsford.

JaNa KYoMooN si definisce una "musicista per la pace" ed una "sound escapist", la musica le permette cioè di evadere dalla realtà.

Di tanto in tanto attinge dal suo progetto di musica elettronica in RL "aTHeNa BLue" per mixare percussioni e bassi con la sua musica evocativa e meditativa .

Recentemente ha partecipato a "Swina's Mood" a Milano Vera, un appuntamento condotto settimanalmente da Swina Allen in Second Life, durante il quale i musicisti inworld presentano se stessi e la propria musica sia suonandola in diretta live sia rispondendo a qualche domanda del conduttore, che è anch'egli un musicista.

Ecco il reosoconto di questa intervista, che riteniamo contenga spunti interessanti per chiunque sia interessato alla musica che si può ascoltare su questi palchi virtuali.

Come hai scoperto SL?

Sono entrata in Second Life circa tre anni fa, nel Febbraio del 2006.
Il mio amico Cypress Rosewood che era già un musicista SL me lo ha suggerito.
Dopo una serie di tentativi ci sono finalmente riuscita , e come JaNa KYoMooN ho creato il Music ALL Music Peace Park dove ho cominciato ad esibirmi come parte del Peace Park Trio con Cypress and Trefies Kaufman.
Il mix fra la musica elettronica con il salterio a percussione ed il flauto dei Nativi Americani è risultato molto piacevole e così ho iniziato la mia carriera di muscista in Second Life.
dopo circa un anno ho cominciato ad esibirmi come solista. Ininzialmente ho suonato una musica elettronica molto ritmica tratta dal mio progetto RL aTHeNa BLue ma man mano col tempo sono passata ad una musica down-tempo, ambient e meditativa che ha ottenuto una reazione più intensa.
Non appena ho compreso l'aspetto positivo dell'eseguire questo tipo di musica per il benesserefisico e spirituale ho deciso di dedicare a questo scopo tutte le mie performances in SL.
==================================

Pensi che SL possa rappresentare una vetrina per i tuoi lavori RL ?

Assolutamente si.SL mi fornisce quotidianamente la possibilità di esporre la mia musica e le mie idee.
Rappresenta un perfetto parallelo rispetto al mondo reale nel senso che fa vedere te stesso riflesso nel mondo virtuale .
ti permette di imparare dai tuoi sbagli e dai tuoi sucessi ricavandone un feedback immediato.
Per i musicisti specie quelli alle prime armi, essa ha un valore inestimabile come strumento di pianificazione del proprio modello di business.

Intendo dire questo:se nessuno si è presentato al tuo show ci sarà sicuramente un motivo e quindi è opportuno domandarsi le ragioni dell'insuccesso.
Così si può imparare l' importanza della promozione, della comunicazione con le persone , della presenza scenica e così via, proprio come nel mondo reale!

In SL presento "Goodbye Weekend Show" la domenica sera al ALL music Peace Park ed ho visto crescere dal nulla una SIM sempre piena di pubblico.
Tutto questo mi ha aiutata a registrare tre album ed a sviluppare e fare crescere la mia radio, Radio Jana.
==================================

Quali sono le sue fonti di ispirazone?

Credo che la musica sia tutta intorno a noi e che stia a noi compositori imparare ad attingere da quello che ci circonda.
La nostra ispirazione puo' essere originata da una varietà di stimoli da porsi in relazione coi posti in cui noi viviamo.
Negli ultimi anni ho tratto la mia ispirazione dallo scenario incantato in cui ho vissuto, nei campi e nella natura intorno a me.
Dal gorgoglio dell'acqua nei ruscelli al suono degli uccelli, il profumo del caprifoglio e la bellezza degli alberi e dei fiori. La vista della luna piena ed il rumore del tuono.
Catturo questi momenti musicali nel mio computer.
Posso tornare a casa dopo una lunga camminata, fare un bel respiro profondo e cominciare a programmare e suonare la musica che ho incontrato nelle mie passeggiate.
Mi piace pensare che è come se stessi dipingendo e facendo schizzi con la musica. Uso il piano e il synths e li tingo con echi di world jazz e triphop.

============================


Vuoi usare il tuo nome RL ?

Penso che le persone amino l'anonimato di SL - ho scoperto che esse non sembrano affatto interessate a sapere chi sei o cosa fai in RL e questa cosa a me piace abbastanza.
A me non importa sapere se le persone che mi ascoltano sappiano o meno che il mio nome è jan pulsfor:
Dopo tutto Google può essere d'aiuto per far scoprire chi sono e chi sono gli artisti con cui ho lavorato, da
Cyndi Lauper, Chico Freeman, aTHeNa BLue and DJ Julian Marsh...dopotutto non si tratta di un grande segreto!!


===============================
Usi altri tipi di promozione digitale??

Penso che stiamo vivendo tempi estremamente eccitanti per internet e per la rivoluzione digitale.

http://www.twitter.com/janakyomoon
...lo uso quotidianamente per diffondere la mia musica!

http://www.janakyomoon.com/
qui bloggo quando trovo il tempo per farlo!

http://www.cdbaby.com/janakyomoon
Qui vendo la mia music in CD e mp3 downloads...

martedì 19 maggio 2009

Italia Vera cresce e va avanti in Second Life


Italia Vera in Second Life non chiuderà :si tratta invece di un progetto destinato a continuare ed anzi ad allargarsi e ad aumentare la sua importanza.

A questo proposito annunciamo con orgoglio l'imminente apertura di due nuove lands entrambe magnificamente ricostruite, Paestum e Firenze ed anche la prossima acquiszione di una land storica di Second Life legata ad un luogo incantevole della nostra penisola cui la proprietà di Italia Vera è affettivamente molto legata.


Continua dunque l'avventura di Italia Vera in Second Life,un progetto ormai pluriennale che trae la sua linfa vitale dai due elementi di cui si compone, forma e sostanza, contenuto e contenitore.


L’idea iniziale è stata quella di realizzare una ricostruzione minuziosa delle città e dei paesaggi italiani :un progetto di affascinante visionarietà che ha richiesto ore ed ore di building e dedizione totale di una squadra di bravissimi builder che si sono messi in luce per la loro dedizione e professionalità.Certamente di qualche dipendente infedele si sarebbe fatto volentieri a meno ma delusioni di tal genere sono purtroppo inevitabili visto che purtroppo con le miserie umane si ha comunque a che fare anche sotto i pixels degli avatars...

Il risultato è sotto gli occhi di tutti e senz’altro vale la pena fare un giro fra i pixels delle città ricostruite.


Naturalmente per quanto bello il contenitore non sarebbe potuto bastare di per sé per dare valenza al progetto. Nel corso del tempo si sono aggiunti via via tanti contenuti dietro cui si intravede comunque la mano di un sognatore manageriale che nel progetto ci ha messo la faccia e i denari, distribuendoli con generosità e fiducia allo staff ed ai numerosi artisti che ogni giorno garantiscono almeno 6-7 ore di eventi live.Denari suoi, sottolineiamolo perchè comunque dinanzi agli sponsor reali che gli forniscono fiducia lui resta il principale referente e responsabile.Denari suoi e veri, non rastrellati grazie ad equivoche operazioni in borsa virtuale di cui purtroppo tanti sono rimasti vittime: operazioni piratesche di rastrellamento di soldi e fiducia,realizzate grazie alla emissione di titoli super tossici che in un baleno hanno visto il loro valore polverizzato : una vera apoteosi del "take the money and run" che avrebbe richiesto ben altra uscita di scena da parte dei loro ideatori che ritroviamo invece oggi a dare giudizi malevoli per interposta persona su blogs scarsamente visitati ...


Collegandosi nelle piazze di Italia Vera si può assistere quotidianamente ad attività che vanno dalla presentazione di libri,ai concerti, alle mostre d’arte ed alle letture di poesie e alla proiezione di cortometraggi e video, in un continuo rincorrersi fra realtà virtuale e vita reale.

Oltre 150 musicisti si sono ormai esibiti sui palchi delle città ricostruite, e tanti sono coloro che fanno a gara per presentare su quei palchi i loro pezzi originali ed i loro progetti musicali...Ad essi si acoompagnano dj che mixano in streaming ogni giorno i più svariati generi musicali allietando le ore di coloro che per scelta, o per necessità scelgono questa forma di intrattenimento digitale.

Molti sono gli artisti che inoltre stanno decidendo di esporre le loro opere ad Italia Vera: a questo proposito vi segnaliamo la nuovissima Strada dell'Arte a Milano Vera che ha il suo fulcro nel recentemente rinnovato Ex-sense, un art &music club di nuova concezioneche sulla scia di quanto avviene nei locali di tendenza RL si fa sperimentazione musicale e si accolgono le mostre d'arte. Recentemente hanno esposto artisti del calibro di gleman Jun e Michaelangelo Montagu, ai cui vernissage hanno assistito galleristi RL che hanno goduto della magia di SL che ha permesso loro di essere presenti lì ed in quel momento malgrado le immense distanze geografiche.


Sono francamente desolanti nella loro meschineria le più o meno ventilate accuse di utilizzare bot per riempire di traffico le varie sims:sarebbe davvero masochistico pagare ogni giorno migliaia e migliaia di lindens ai musicisti ed ai dj che allietano le ore ai residenti durante gli eventi ad Italia Vera e poi infestare di bots quei luoghi.Anzi i bot sono decisamente contrastati e combattuti proprio perchè disturberebbe la loro inattività:a nessun musicista, anche se ben pagato, piacerebbe suonare per un pubblico di zombies!


In conclusione tranquillizziamo tutti gli abituali frequentatori delle lands di Italia Vera sul fatto che non verranno privati dei loro amati punti di aggregazione,rassicurandoli anzi sul fatto che sempre più eventi verrranno loro offerti nell'ottica di un sempre più raffinato digital entertainement.

E garantiamo inoltre che ad Italia vera non troverà mai nemmeno posto,come purtroppo avviene su altre sim italiane, alcun tipo di materiale equivoco per non dire pornografico, quello si messo artatamente allo scopo di attirare il traffico peggiore.


Questo è stato e sarà sempre il principale obbiettivo di tutto lo splendido staff di Italia Vera, sul quale è opportuno spendere qualche parola in conclusione del disorso.

Le risorse umane come ben sanno tutti coloro che di organizzazione aziendale si occupano, rappresentano la vera ricchezza di ogni realtà aziendale,Italia Vera ha selezionato e formato nel corso degli anni tante figure professionali, a molte delle quali ha anche offerto contratti di lavoro RL (esempio più unico che raro in SL e che è veramente degno di nota!).


Evelina, Cla,Luana,Aldous, Gaia ,Floradorasono persone reali dietro i loro pixels, e meritano rispetto per il lavoro che fanno.

Esse rappresentano un patrimonio per il gruppo ed è evidente che solo per ragioni gravissime si potrebbe decidere di fare a meno di loro: purtroppo talvolta, come in RL, tali ragioni si manifestano e decisioni drastiche vanno prese proprio per la salvaguardia del progetto e delle passioni e speranze di tutte le belle persone (fortunatamente la maggioranza) coinvolte.

giovedì 7 maggio 2009

Swina's Mood:arte e musica in Second Life



Domenica 10 maggio alle ore 1:00 pm slt, nel nuovissimo "Music-Art club EX-Sense" di Milano Vera (http://slurl.com/secondlife/Italia%204%20Milano/166/152/33)nel corso del consueto appuntamento di "Swina's Mood" verrà inaugurata la personale dell' artista e fotografo Michaelangelo Montague dal titolo "Art and Technology 1909-2009".
Michaelangelo Montague è il nome SL di un artista di successo ed art director di New York City .
I suoi lavori, prevalentemente pitture, disegni ed arte digitale, fanno parte della collezione permanente della galleria di Yves St.Laurent nella sim YSL e nell' Aho Musuem of Art di NMC.
Michaelangelo ha fatto esposizioni in tante gallerie inworld facenti capo praticamente ad ed ogni stato americano o paese europeo .
Le sue nuove ed innovative fotografie subacquee in SL appariranno presto in un libro di prossima pubblicazione dedicato alla moda di SL dal titolo "Captured".
Le opere qui in esposizione rappresentano un tentativo di esplorazione dell'idea stessa di arte digitale intesa come peculiare ed originale forma di espressione artistica:per Michaelangelo l'arte digitale è decisamente degna di assurgere ad una una dignità pari a quella di ogni altra forma di arte.
In questa mostra vengono raccolti i lavori ispirati alle opere prodotte nel secolo 1909-2009. L'artista è partito da alcune foto scattate ai primi del 900 , quando per la prima volta la nuova tecnologia dell'arte fotografica cominciò ad essere utilizzata in modo assolutamente creativo .Queste foto vengono poi trattate in un modo originale utilizzando la tecnologia digitale del 21 esimo secolo, mediante l'utilizzo di un programma fotografico molto primitivo che consente letteralmente di disegnare su ciascuna foto. Ciascuna foto viene usata come un mezzo, completamente ricostruita e poi dipinta con tecnica digitale usando livelli transludici di colore, mescolando cioè i colori sulla immagine stessa applicandola sui vari strati.
Intenzionalmente Photoshop non è stato usato per nessuno di questi lavori.
Swina Allen porrà alcune domande a Michaelangelo per permettere al pubblico degli avatars presenti ed anche a coloro che seguiranno la trasmissione via streaming fuori da SL (http://87.248.52.99:8000)di conoscere meglio questo eclettico ed innovativo artista.
Swina's Mood servirà tuttavia anche a conoscere un altro artista molto attivo di Second Life, il musicista Ezcape Hax .
Lo stile di Ez è eclettico:Pop Rock con sfumature R&B.Ad ogni suo concerto ama accontentare le richieste del suo pubblico suonando alla chitarra le canzoni che tutti desiderano ascoltare!Viene da Chicago, Illinois ma a parte questo non ama dare notizie della sua RL.Suona vari strumenti, come la chitarra, il piano, un piccolo ukelelee, ma quello che ama soprattutto fare inworld è cantare.Le sue influenze musicali vanno da Pearl Jam, Bush, STP, Lifehouse. Insieme con Swina, a cui lo lega una lunga amicizia, hanno composto una canzone "I will try" che verrà eseguita in un magico jamming,possibile solo in Second Life, annullando le distanze geografiche fra Chicago e Milano.

lunedì 4 maggio 2009

Artisti a Marostica Vera


Martedi 5 maggio alle ore 1:00 pm verrà inaugurata una mostra collettiva di alcuni fra i più attivi artisti di Second Life che esporranno le loro opere nella splendida land di Marostica Vera (http://slurl.com/secondlife/Veneto%20Vero/159/60/33).Il vernissage verrà introdotto dalle note del pianista italiano FabioDC Mayo.
Fabio è un pianista italiano che ama soprattutto il pop acustico alla Damien Rice e Elliot Smith:col suo piano reinterpreta in Second Life alcune covers molto popolari di Elton John,Cat Stevens, ma ama anche proporre la sua musica originale.
Ecco qui di seguito l'elenco completo degli artisti in mostra

ALINA VILLIERS
Alina Villiers vive a Ferrara ed è da sempre appassionata di arte. Pittrice autodidatta, ha frequentato vari corsi. Nelle sue opere, mette emozioni, pensieri, natura e soprattutto tantissimi colori, che ama accostare secondo estro e ispirazione del momento.

LILLY CALCUTT
Sono nata in second life il 18 /3 /2009 e molto presto ho iniziato ad interessarmi alla fotografia in second life realizzando immagini
di avatar, poi attraverso l'utilizzo di programmi di foto ritocco
aggiungo sfondi reali creando immaggini suggestive e personali che sono a meta tra la realta virtuale di second life ed il mondo reale .

MAFFY KARU
La passione può essere considerata come uno degli ingredienti principali delle fasi iniziali di una relazione d'amore, da questa semplice affermazione comincia la mia attività di fotografa nel metaverso.
Il piacere di mostrare la passione, l’amore, la voglia di stare insieme ad un’altra persona attraverso i miei occhi, comunicare attraverso colori e sfumature il mio modo di essere, la sublimazione della mia creatività.

TANI THOR
Tani nasce in una fredda giornata di dicembre del 2007, e come se fosse una sopresa di Natale, scopre un mondo parallelo fatto di pixel e di emozioni.
Ho girovagato mesi in questo modo virtuale scoprendo posti e persone, ma il mio primo contatto con l'arte è avvenuto per caso.
Non sono un'artista o una creatrice, non studio e difficilemente approfondisco, ma metto nelle mie "cose" (non mi sento di chiamarle opere!) l'istinto.
Unisco prim usando un mio personale senso del colore e delle forme, ma l'arte è un'altra cosa!!
Non troverai notecard di spiegazione nelle mie "cose", ognuno deve vedere ciò che l'istinto gli stimola, solo il nome farà immaginare quello che io ho sentito creandola...

GLEMAN JUN
Gleman Jun - Esprimere la profondità attraverso la leggerezza.
Sono nato ad Indire – Italia, nel giugno 2007. Dopo aver completato i miei studi a Second Learning e dopo qualche esperienza come costruttore, ho deciso di dedicarmi completamente all'Arte, l'espressione più sublime e straordinaria della creatività. Incoraggiato dal gallerista di Second Learning, Sig. Lion Igaly, ho tenuto la mia prima esposizione alla "La Piramide" all'età di 4 mesi. I buoni risultati ottenuti in quella occasione mi fornirono la motivazione per continuare in un percorso ancora ignoto ed affascinante che mi ha portato a fine di febbraio 2009 ad esporre in circa 70 gallerie e musei

MAURO MAVEN
Mauro Maven è un fotografo amatoriale in rl, girovago di zone protette e oasi, la sua passione l'ha spinto, oltre che a valorizzare la sua terra d'origine ed in particolar modo le zone vicino la sua residenza, a oltrepassare i confini italiani alla scoperta di nuovi luoghi e in particolare la Bayerischer Wald germanica, posto unico e meraviglioso.
Attraverso scatti 'rubati' alla natura e la sua sensibilità, il nostro intraprendente fotografo, cerca in tutti i modi di trasmetterci emozioni provate osservando i paesaggi, i soggetti riguardanti la flora e la fauna, per rendere partecipe anche l'osservatore delle sue stesse emozioni .
L'arte è comunicazione sotto ogni forma, quindi Mauro, attraverso un percorso d i colori e di vita evidenzia l'amore per il particolare rendendo ogni foto unica, ogni scatto originale, vivace, in un continuo mutare di sensazioni e cambiamenti, come il corso della natura...

EMANUELA BAIONI
Quando il paesaggio trascende la visibilità naturale delle cose, si evolve in intuizione......
masce così quello stato di grazia che in molti chiamano..........emozione
Nata a Faenza il 12 maggio del 1969 Emanuela Baioni vive e lavora in Romagna. Una predisposizione per le arti la porta a dedicarsi alla pittura fin da bambina ma è poi da grande che troverà la sua chiave di volta, la fotografia. Intraprendendo quello che credeva essere un gioco e un semplice hobby e che si rivela essere un amore incondizionato per la bellezza in ogni sua forma e una necessità di trasmettere le emozioni intrinseche e talvolta nascoste della natura nella sua simbologia.
Emanuela inizia così un percorso di ricerca e di studio che affronta da autodidatta iscrivendosi ad alcuni siti di fotografia su web, uno su tutti e il più importante per la sua crescita artistica é Maxartis, il quale vedrà sorgere le sue prime immagini naturalistiche che la porteranno a formare il suo stile personale.

ALBY MINOTAUR
fin da ragazzino mi dilettavo a fare la caricature dei miei compagni di scuola.
Li disegnavo con la biro BIC senza poter cancellare: pochi tratti e ne indovinavo il carattere.
Così a militare i miei superiori: capitano, tenente, sergente. .... sempre con la biro BIC. Ritratti e caricature.
Così nel lavoro: il capo e i miei colleghi.
Poi è stato inventato il PC ed i programmi di grafica digitale.
Uno spasso.
Da allora un continuo lavoro che mi ha portato a fare centinaia di caricature prima dei nostri politici, poi degli attori, dei campioni di calcio e dei VIP internazionali. Un grande hobby e sempre nuovi sviluppi.
Notate i particolari: non si vede il trucco.
Volete sapere quale è il segreto di una buona caricatura?
Ebbene: a distanza la caricatura deve far riconoscere il soggetto prima dell'originale.
Provare per credere.
Ho realizzato 4 libri illustrati con 16 caricature ciascuno: potete sfogliarli sul posto, rezzarli, dimensionarli e farli vedere a chi volete (cliccateci sopra per sfogliarlo .... per dimensionarlo troverete in basso a sinistra il menu).
In particolare, se li acquistate, li potete vedere a tutto schermo sul vostro PC direttamente dal vostro inventario con il solo comando Wear.
Grazie per avermi accettato in questa bella mostra

NICEPHORE STRING
Mi sono avvicinato alla fotografia a 12 anni nel 1977, complice la vecchia fotocamera a mirino galileiano di mio padre, da allora non ho mai smesso di incuriosirmi. Le mie foto parlano di una natura prorompente e incontaminata, paesaggi e scorci, sono momenti di luce catturata nell'attimo fuggente dove solo qualche traccia ricorda il passaggio dell'uomo.

EUPHORY VYPER
Nei quadri vi sono rappresentate scene di età medioevale tra cui..due razze molto antiche..la stirpe dei draconici...ovvero la razza discendente dai draghi..come potete ben notare il drago e il cavaliere inginocchiato al suo cospetto...
Nel secondo quadro invece vi è raffigurato l'uomo...in una delle sembianze che è riuscito ad assumere sempre nella stessa epoca...un'epoca abbastanza famosa per le magie..gli esseri che vi vivevano..le loro trasformazioni..sopratutto nelle foreste..nei boschi..tra cui i licantropi ( razza rappresentare nel dipinto ) : uomo che al calar del sole si trasforma in lupo.

lunedì 27 aprile 2009

"Everywhere-ArteOvunque!":Gleman Jun espone a Milano Vera in Second Life



Mercoledi 29 aprile alle 12:00 pm slt (21:00 italiane) verrà inaugurata la mostra di Gleman Jun a Milano Vera (http://slurl.com/secondlife/Italia%204%20Milano/171/153/33) dal titolo " EveryWhereArteovunque".
L'artista ha esposto le sue opere in modo molto suggestivo ed in accordo col titolo della mostra esse si trovano non solo sulle pareti della galleria e nel contiguo locale "X-Sense", che fra l'altro riapre i battenti proprio per l'occasione, ma anche lungo la virtuale strada milanese ricostruita in modo suggestivamente realistico, ovviamente in una maniera tale da sfidare qualunque legge di gravità, sottolinenando al massimo la libertà offerta alla creatività umana dal non-luogo di Second Life.
La serata inizierà con il concerto live di Jana Kyoomoon (http://www.myspace.com/janakyomoon ),una musicista di Second Life che di tanto in tanto si esibisce in RL come Jan Pulsford.
JaNa suona da solista improvvisando su una base formata da un mix di elettronica ed ambient con riflessi ritmici descritti come "una galleria di paesaggi e dipinti sonori ." I suoi quadri sonori contengono delle venature di pianoforte e synths intinti di eco di musica world jazz e triphop".

Per sottolineare le opere esposte ha composto alcune musiche appositamente per l'evento.

A partire dalle 1:00 pm consueto appuntamento con Swina's Mood, durante il quale Swina Allen converserà con Marjorie Fargis ,portavoce di Gleman col quale ha fondato e gestisce il gruppo Facebook "SL-Art"che conta più di 700 iscritti.Swina si esibirà naturalmente anche come musicista presentando alcuni suoi pezzi smooth jazz e chillout.

Gleman Jun , si è avvicinato all'espressione artistica inworld poco dopo la sua nascita in SL,ripercorrendo una sua passione RL. Questa attività gli ha fatto raggiunger un buon successo di pubblico incoraggiandolo a continuare:i suoi lavori sono richiesti un po' dappertutto in SL. A partire dal gennaio 2008 oltre che al building si è cominciato ad interessare allo scripting (l'arte della abiogenesi) ed al texturing (come reintegrare frammenti di RL in SL). Fino ad oggi ha fatto delle mostre in più di 70 gallerie e musei (www.youtube.com/glemanjun ).
La sua creatività attraverso effetti dinamici di colori, luci e trasparenze si componedi due elementi: visione (l'immagine che attraversa rapida la mente abbagliandola e oscurandola,lasciandola spesso esausta) e la tecnica ( l'esperienza che permette alla memoria di tradurre la visione in un oggetto "reale" e condivisibile).
Gleman esegue tutte le parti del suo lavoro : design, analisi, modeling, script, texture. Le textures sono spesso create in SL and e sviluppate con Gimp.
Con questa esposizione vuole dimostrare l'importanza dell'espressione artistica e del processo creativo all'interno della nostra società virtuale , che per Gleman assurge ad una dignità in sè, non necessariamente legata alla dimensione reale.
La creazione tramite gli strumenti informatici della piattaforma virtuale, infatti, secondo l'artista, va affiancata a quella che più tradizionalmente siamo abituati a conoscere nella realtà.
aL'ispirazione, il genio e la fantasia , combinati con codici ed immagini digitali, permettono , in modo analogico o digitale una piena espressione del proprio talento artistico ,scevra da inibizioni o limiti fisici.
Molteplici possono tuttavia essere i limiti alla creatività inworld, quali ad esempio l' imposizione di luoghi ed etichette di cui taluni personaggi fanno uso per una inutile promozione di qualcosa come l'Arte che in realtà si auto promuove.Gleman combatte decisamente questa visione, convinto come è che le contaminazioni portate in SL da una dimensione troppo "reale" abbiano inevitabilmente un effetto di allontanamento e di dissuasione su coloro che vorrebbero esprimersi artisticamente inworld, facendoli dunque imbattere nelle medesime condizioni di chiusura che spesso impone la Real Life impone all'arte.
Concludiamo con le parole di Gleman"Cosa identifica un artista reale? Perchè dovremmo voler sapere chi è un avatar artista? Dov'è finita quella romantica visione dell'artista che si nasconde al pubblico delegando alla propria creazione la possibilità di esprimere ciò che pensa?Così come in realtà l'arte ha avuto inizio con la rappresentazione della vita ed ha poi cominciato a sconfinare nella vita stessa, anche in SL ci auguriamo che dalla rappresentazione della seconda vita si passi ad una totale immersione dell'avatar nella SL Art.
Con Art Every Where ci proponiamo come evangelizzatori di una nuova visione artistica in SL.Vogliamo ridisegnare la mappa del pensare, cancellare i valli di separazione, ricoprire le trincee difensive, aprire i cancelli dei cervelli, liberare il guardare, eliminare il classismo, vivere SL come avatar e non solo come umani..."

venerdì 17 aprile 2009

Musica e solidarietà in second Life


SL non è più sotto i riflettori dei media come lo è stata qualche anno fa ma certamente la sua importanza non è diminuita soprattuto se si tiene conto delle potenzialità che essa offre per la condivisione dei contenuti artistici e culturali.In quest'ottica la musica live rappresenta uno dei settori più vivaci e che registra una continua ascesa ed un costante interesse sia fra gli addetti ai lavori che fra i semplici appasssionati.Allietando le ore trascorse dai residenti inworld riverbera la sua forza sempre più anche al di fuori di SL, portando sul web i suoi contenuti ,spesso non in modo fine a se stesso ma anche fungendo da strumento virale per diffondere mesaggi di solidarietà o di impegno sociale.
L'altra sera a Torino Vera in occasione della raccolta fondi promossa dal gruppo Italia Vera a sostegno delle popolazioni abbruzzesi colpite dal terremoto ,abbiamo assistito ad un evento della durata di ben 5 ore, organizzato da Sandy Demina ,con la collaborazone di tutto lo staff di Italia Vera,durante le quali, in diretta streaming da tutto il mondo, si sono succeduti sul palco virtuale della splendidamente ricostruita Piazza San Carlo molti artisti internazionali.A fare da trait d'union fra i vari momenti della serata è stato Swina Allen che in SL si esibisce con successo da più di un anno.Oltre che introdurre le esibizioni dei suoi amici musicisti , Swina ha anche proposto alcuni pezzi originali.
Il primo ad esibirsi sul palco è stato Mitch Triellis un cantante Jazz che si esibisce su vari palchi, dal Sudamerica ai Caraibi, da oltre 15 anni.
Poi e' stata la volta di Blindboy Gumbo un chitarrista di Geordieland (UK)membro della band "Wild Hedgeogs" che suona alla chitarra musica originale INDIE/ROCK.A seguire si sono poi esibiti Sioux Nicolaidis , musicista romano che accompagnato da una drum machine riesce a non fare uso di backing tracks;a seguire sempre dall'Italia, il gruppo degli UKD project ha eseguito alcune delle sue canzoni originali in un mix of pop, soul e rock.
Da Montreal in Canada Loran Andretti, che si considera un cantastorie ha cantato, accompagnato dalla chitarra acustica alcune delle sue canzoni originali che spaziano dal Folk al Blues.
In diretta dagli States la voce melodiosa di Melodee McDonnell ha rallegrato i presenti con alcune delle piu' belle canzoni Oldies, Retro, Classic Jazz mentre CTM Underwood ha eseguito alcune delle canzoni insieme lalle quali molti di noi siamo tutti cresciuti, dai Beatles a Billy Joel, Elton John, Styx ed altri.
Seba Sideways in diretta dal Buenos Aires ha poi suonato col suo sax tenore alcuni dei suoi pezzi originali,che risentono di un mix di influssi musicali che vanno dal Reggae al Jazz alla Bossa Nova con venature di Blues, Funk e, naturalmente,Tango.
In diretta da New York Dominick Manatiso ,forte della sua lunga esperienza sia come disc jockey (ha lavorato per legacy-radio.com )sia come musicista ha intrattenuto il pubblico con alcuni pezzi basati su un mix of country, southern rock and pop che risentono dell'inflenza di Garth Brooks, Billy Joel and James Taylor.
Dal Portogallo invece TB Andel , musicista di grande energia ha eseguito col suo magico Ukulele elettrico alcune sue composizioni di musica World e Folk con un tocco originale di jazz, fado e musica afro .
Da Londra Russell Eponym (Russell Taylor Ashby) cantante acustico folk e blues influenzato principalmente da Bert Jansch, Bob Dylan and Mark Knopfler, ha suonato con un inconfondibile fingerpicking style vari generi rock, punk, jazz and folk gli stessi che ha eseguito per anni come solistae musicista di strada in giro per l'Europa.
Da Barcellona è stata poi la volta di Karma Auer e Jordio Carnell, amici in RL che hano iniziato ad esbirsi con successo anche inworld :Karma ama eseguire soprattutto pezzi pop, jazz, industrial, Jordio è invece un artista catalano che reinterpreta in modo originale pezzi rock e jazzy covers di musicisti quali Leonard Cohen, Bob Dylan, Paul Simon, David Bowie.
E' stata poi la volta di Satin Galli ed Erin Frog, una coppia di cantanti del Wisconsinin che sono una coppia nella vita reale e che da qualche tempo si esibisce con successo anche sui palcoscenici virtuali di Second Life.Satin ed Erin cantano da sempre: lui dall'innato talento e dalla voce morbida come la seta ha suonato le percussioni e cantato come voce leader in molte bands in New York, lei considera la musica ed ama spaziare in vari generi musicali dal country al pop.
Artel Brando da Chicago, hacantato e suonato la sua chitarra elettrica o acustica in sile Lite Heavy Metal eseguendo le sue canzoni originali basate sulla realtà virtuale e sulle esperienze che essa fa nascere
JaNa KYoMooN da Londra ha poi deliziato il pubblico con una serie di improvvisazioni basate su un mix di elettronica ed ambient con riflessi ritmici descritti come "una galleria di paesaggi e dipinti sonori". I suoi quadri sonori contengono delle venature di pianoforte e synths intinti di eco di musica world jazz e triphop.

La serata è stata conclusa dal musicista Joaquin Gustav che con le incantevoli note della sua chitarra ha eseguito splendide musiche per tango della sua amata terra argentina.

Nelle 5 ore dell'evento si è registrata una presenza media di 100 avatars che hanno partecipato attivamente sia esprimendo i propri commenti in chat pubblica sia cliccando con generosità sul pannello che , conducendo sul relativo sito web, invitava a fare donazioni alla Croce Rossa Italiana:euro o dollari e non semplici linden siamo sicuri siano stati offerti con grande generosità dalle persone rappresentate virtualmente dai loro avatars presenti non soltanto con i loro pixels ma con tutto il loro cuore e la loro sensibilità.

mercoledì 15 aprile 2009

Hub creativo al Creaticity Gate: CI SIAMO!



Ci siamo, siamo al traguardo di questa bellissima esperienza. Come si sia svolta l'intera faccenda e cosa nota e c'è un blog che ne ha parlato ampiamente.
Non aggiungo altro se non il comunicato che annincia l'evento di domani.

Giovedì 16 aprile dalle 18,30 alle 22,30 nel nuovo laboratorio della sperimentazione culturale e industriale CreativiCityGate in via Pasubio 14 a Milano si svolgerà il duplice evento della consegna da parte del Presidente della Provincia di Milano Filippo Penati del premio "Imprese Creative e Innovative 2008" alle aziende che si sono distinte per l'innovazione dei loro prodotti o servizi e la presentazione delle realizzazioni dei tre staff dell' Hub Creativo, che hanno creato tre interpretazioni originali degli spazi dell'Hub Crerativo di via Soderini, all'interno dei Cantieri del Nuovo ( htttp://www.cantieredelnuovo.it).

Nella sera si alterneranno i gruppi di Mila Tatham e Rodroguez Imako (staff 1), di Paolino Szczepanski, Geordie Robbiani, Magen1 Oh, Fiona Saiman e Lisa Tebaldi (staff 2), di Giovanna Delphin, Dixit Writer e Merlino Mayo (staff 3).

Ogni staff ha realizzato installazioni e architetture originali di grande interesse, che verranno visitate nel corso della serata.

2lifecast curerà la diretta dell'evento al Creaticity Gate, che si potrà seguire sul blog del progetto, Hub Creativo Builder Diary, e proietterà live le iniziative degli staff sul grande schermo.

Il programma sarà disponibile da domani sera sul blog, che seguirà tutta la serata.
Ma il progetto non si conclude qui. Builder Diary proseguirà la sua attività di promoter della creatività di architetti e builder e di "Stargate" fra ambienti immersivi e mondo reale.

Come abbiamo definito una prima roadmap in Second Life per la promozione del progetto, così ora stiamo organizzando in diversi Public Place cittadini incontri periodici con i builder e i creativi di Builder Diary, con un programma di incontro-confronto fra designer, architetti e creativi al di la e al di qua dello schermo.

Per ogni notizia e informazione: www.crosscreative.org/builderdiary

Hub Creativo:
Creativicity Gate
Via Pasubio 14 Milano
ore 18,30


Adpocalypse, 2lifecast:
http://slurl.com/secondlife/Adpocalypse/107/141/34